Chi siamo

Classe 1957 Como: chi siamo? Forse, il modo migliore per spiegarlo è leggere le parole di saluto e di benvenuto che il primo Presidente della nostra classe ha rivolto a tutti i coetanei in occasione dell’inizio dell’attività della nostra associazione (che, ricordiamo è parte integrante della più ampia associazione de La Stecca di Como).

Cara Coetanea, Caro Coetaneo,

ci siamo arrivati, siamo cinquantenni.

Vi ricordate di quando, ventenni, ci pareva di avere il mondo spalancato davanti alla nostra giovinezza, tutto ci pareva possibile, nulla ci sembrava d’ostacolo? Mi fa effetto pensare a come guardavamo i cinquantenni di allora, forse li vedevamo, a torto, un po’ vecchi e un po’ antiquati. Adesso ci siamo noi al loro posto, ma per quanto mi riguarda, non mi sento per nulla vecchio od antiquato e credo che la maggior parte di Voi la pensi come me!

Qualcuno afferma che uno dei segreti del buon vivere sia il continuo rinascere cercando di vedere il mondo con gli occhi di bambino ed avendo sempre la capacità di rimettersi in discussione. Io so solo che già nei nostri primi incontri ho visto in Voi la voglia di fare, di vivere, di esserci, ho visto in Voi tutto l’entusiasmo che, allora ventenni, credevamo esclusivamente nostro. Ecco perché ho la convinzione che, tutti insieme, faremo un ottimo lavoro raggiungendo gli obiettivi che ci siamo prefissati, i quali sono, giusto per ricordarlo, stare insieme in armonia promuovendo inizitive benefiche, culturali, assistenziali e certo, non ultime, di divertimento.

Stiamo entrando nella Stecca, abbiamo dei predecessori illustri che hanno fatto e fanno tuttora grandi cose, ma sono capaci di avere la delicatezza e la sensibilità di fare anche quelle piccole cose che, a volte, sono le più importanti per chi è oggetto di queste azioni.

Credo quindi sia necessario incominciare a costruire il nostro muro partendo dal basso, dai primi mattoni, con umiltà e perseveranza e così arriveremo poco per volta, ne sono certo, ad essere bravi come chi ci ha preceduto.

Viviamo a Como, una città che ha tra le sue caratteristiche un atteggiamento di prudenza e moderazione, ma che ha anche un gran cuore e tocca a noi adesso dimostrarlo.

Quando la Classe del 1957 ha eletto suoi rappresentanti Annalisa Galliano come Rosa d’Oro ed il sottoscritto come Presidente ci ha fatto un grande onore, di cui Vi ringraziamo, che ci ha riempiti d’orgoglio.

Cercheremo di essere all’altezza del compito affidatoci certi di riuscire soprattutto perché possiamo contare su tutti Voi del ’57, il meglio! Viva il 1957!

Il Presidente
Massimo Galeazzi

 

Riportiamo anche il saluto di Antonio Spallino, Presidente dell’Associazione La Stecca di Como,
di Liliana Ratti, Rosa d’Oro della Stecca,
di Silvia Baratelli, figlia del compianto fondatore dell’Associazione La Stecca di Como,
e di Stefano Bruni, Sindaco di Como

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...